Disertata la seduta del Consiglio convocata dal prefetto (il 4 settembre)
marted́ 09 settembre 2014

Disertata la seduta del Consiglio convocata dal prefetto (il 4 settembre). Dura polemica di MuoviAmo Tursi

Prosegue l'alta tensione dialettica tra MuoviAmo Tursi e la civica amministrazione. Altro duro scontro la mancata discussione in consiglio comunale della proposta dell'associazione politica, protocollata agli inizi di arile, relativa alla modifica della tassazione sui rifiuti e una migliore gestione.

"Sottoscritta da oltre quattrocento cittadini - chiarisce il portavoce Mario Cuccarse -, lo statuto dell'ente indica che l'organo consiliare si esprima e deliberi entro novanta giorni, mai i tempi erano scaduti".  Convocata dal Prefetto di Matera, Luigi Pizzi, al quale Muoviamo Tursi si era rivolto a giugno e in agosto, la seduta consiliare di giovedì 4 settembre è stata disertata dalla maggioranza dei consiglieri.

Oltre al sindaco Giuseppe Labriola, al presidente Antonio Lagala e al consigliere Giuseppe Cuccarese, erano presenti due consiglieri di minoranza Salvatore Cosma e Vincenzo Popia, assenti tutti gli altri, per motivi di famiglia o lavoro. Vani e inutili i tentativi dei rappresentanti dell'associazione, prima  avevano chiesto di far slittare al pomeriggio la seduta e poi, nonostante tutto, di far aprire comunque il dibattito. Non consentito per mancanza del numero legale e rinvio al prossimo consiglio.

Salvatore Verde

La Gazzetta del Mezzogiorno, lunedì 8 settembre 2014